LEGO Ambiente e Sostenibilità

LEGO Ambiente e Sostenibilità

LEGO Ambiente e Sostenibilità : Una grande sfida LEGO

I mattoncini LEGO sono quasi totalmente prodotti con l’ABS (acrilonitrile butadiene stirene), un materiale plastico in uso fin dall’inizio degli anni Sessanta. Nel 2012, tuttavia, LEGO ha annunciato di voler trovare un’alternativa green all’ABS, in modo da produrre e commercializzare mattoncini “sostenibili” e rispettosi dell’ambiente, che non coinvolgano l’uso di materiali provenienti da fonti fossili. Non è un segreto che la LEGO sta sperimentando modi più sostenibili per produrre i suoi mattoncini e minifigure compiendo un grande passo verso la sostenibilità dei suoi giochi.

 Nel 2018 il Gruppo LEGO ha iniziato a produrre fiori, alberi e arbusti da polietilene a base vegetale utilizzando canna da zucchero proveniente da fonti sostenibili, rientrando nelle linee guida del WWF. Il Set LEGO “La Casa sull’Albero” non è il primo set contenente pezzi prodotti con la canna da zucchero, ma il terzo. Il primo set lanciato si chiama “Plants from Plants” (piante dalle piante) e contiene 29 pezzi tra alberi e cespugli, mentre il secondo attualmente ancora a catalogo, è il set 10268 “Turbina Eolica Vestas” in cui tutte le parti della vegetazione sono prodotte con il nuovo materiale.

LEGO Ambiente e Sostenibilità

La LEGO si sta impegnando a trovare una soluzione al problema plastica. Non è però un compito semplice ricreare i mattoncini con dei materiali più sostenibili, senza cambiare le caratteristiche che hanno reso questo prodotto famoso in tutto il mondo e questa strada intrapresa non è assolutamente facile. I mattoncini devono fare “click” quando vengono messi insieme, devono separarsi facilmente, mantenere il colore, non perdere la durabilità che consente agli appassionati di utilizzare i mattoncini per decenni (i miei mattoncini del 1965 sono ancora perfettamente compatibili con quelli di oggi). La “durabilità” di questi nuovi mattoncini ecosostenibili risulta determinante nel percorrere questa nuova strada da parte della LEGO.

Il lavoro da parte della LEGO è molto grande e riguarda anche le scatole perchè riducendo la grandezza vengono ridotti i camion utilizzati per il loro trasporto. LEGO sta investendo tanto tempo e sforzi nell’identificare materiali nuovi e sostenibili per preservare le risorse naturali del nostro pianeta. È davvero un passo importante nell’ambizioso obiettivo della LEGO di far derivare tutti gli elementi LEGO da materiali sostenibili (Tim Brooks, Vice Presidente dell’Environmental Responsibility del Gruppo LEGO).

L’obiettivo ultimo è rendere plastic-free i mattoncini LEGO entro il 2030 ma, nel frattempo, sta facendo anche altre cose: rendere riciclabili le confezioni dei vari set di mattoncini oppure l’iniziativa Re-Play, che invita a regalare i mattoncini che non si usano più piuttosto che buttarli via. Ma la LEGO non sta lavorando soltanto sul prodotto; ha cambiato l’intero sistema di illuminazione dello stabilimento in Messico, inserendo più di 19.000 lampadine LED ad alta efficienza, ha installato un sistema di energia rinnovabile sul tetto dei suoi capannoni in Repubblica Ceca, la sua produzione di energia rinnovabile supera attualmente l’energia utilizzata nei suoi stabilimenti, uffici e negozi (LEGO Environment – Sustainability).

LEGO Ambiente e Sostenibilità : Turbina Eolica Vestas

Lego ha collaborato con Vestas, una società danese di turbine eoliche, per il progetto Creator Expert “Turbina Eolica Vestas” 10268. La scatola contiene una turbina eolica, una piccola casa ai suoi piedi, 3 minifigure e un cane, a cui si aggiungono le Power Functions per far girare le grandi pale e accendere le luci. Il Set è composto da 826 pezzi, è alto 100 cm ed il diametro delle pale arriva a 62 cm. Come si può vedere dal logo presente sulla scatola,  la realizzazione degli gli alberi, dei cespugli e delle foglie provengono da fonti sostenibili. Il set è stato presentato durante la Settimana del Clima di New York del 2018.

Tutti noi sappiamo quali sono i requisiti che un mattoncino LEGO deve avere: un mattoncino deve essere resistente, non si deve deformare né sbiadire con il tempo, deve incastrarsi e separarsi milioni di volte, deve incastrarsi e separarsi con una certa forza calcolata in funzione dell'età a cui è rivolto il Set praticamente deve essere indistruttibile anche quando ne calpesti uno a piedi scalzi nel cuore della notte. Personalmente ho Set LEGO datati 1964 che, ancora oggi, sono perfettamente utilizzabili (compatibili) con mattoncini prodotti oggi e questo vuol dire che le tolleranze sono rimaste uguali con il passare del tempo, senza subire variazioni, ma anche che il materiale non ha subito variazioni con il passare degli anni (lo sa bene chi ha ancora set Minitalia del 1970 con colori sbiaditi e mattoncini inutilizzabili). Riprodurre questi requisiti cambiando il materiale non è e non sarà facile per la LEGO.

Una piccola considerazione
LEGO Ambiente e Sostenibilità

LEGO Ambiente e Sostenibilità

LEGO Ambiente e Sostenibilità