Storia dei Treni LEGO​

Storia dei Treni LEGO

Storia dei Treni LEGO : Piccola Guida Non Ufficiale

Piccola guida, non ufficiale, sulla Storia dei Treni LEGO, partendo dai treni spinti a mano degli anni ’50-’60 proseguendo con il sistema a batteria da 4,5v degli anni ’60 fino ad arrivare al nuovo sistema Powered UP.
Storia dei Treni LEGO​

Fin dalla loro creazione, i treni sono stati un “Tema” piccolo nell’universo LEGO, considerato da alcuni fan soltanto come un’estensione del tema City. Ciononostante la LEGO a migliorato i sui treni nel corso degli anni. Così come i mattoncini vecchi e quelli nuovi si possono incastrare tra di loro, i treni della LEGO vecchi e nuovi sono compatibili. E questo grazie al fatto che lo scartamento ,o larghezza, della rotaia è rimesto lo stesso con il passare degli anni (6 studs). Quello che è cambiato è il modo in cui i treni vengono alimentati.  Ho voluto dividere questa evoluzione in “Sistemi”.

Storia dei Treni LEGO - Nascita (1950-1960)

Alla fine degli anni ’50 i treni della LEGO fecero le loro prime apparizioni, non come dei veri e propri set, ma solo come ispirazione di ciò che si poteva costruire con i mattoncini. Tutto questo si può notare con il set 700-3A (prima foto della gallery) che riporta l’illustrazione di un treno e di altre costruzioni. e dove possiamo vedere che le ruote della locomotiva,  dei vagoni e le rotaie sono fatte di mattoncini e che, di conseguenza, il treno non si muoverà mai.

All’inizio degli anni ’60 l’unico modo per costruire un treno era quello di ingegnarsi con i mattoncini a propria disposizione; ad esempio si poteva rendere mobile un treno utilizzando le ruote di un set “camioncino” per poi condurlo a mano, in quanto i binari non erano ancora stati inventati e nemmeno le ruote dei treni. Con un po’ di immaginazione il gioco era fatto!

Il fattore determinante nell’evoluzione dei treni arrivò dalla LEGO nel 1962 con l’introduzione della ruota come parte integrante del Sistema Treni. L’arrivo di questo nuovo elemento portò nell’universo dei mattoncini la magia del movimento e l’opportunità di dare vita a locomotive e vagoni. Così nel 1964 LEGO creò per il mercato europeo il primo set Treni ufficiale, il set 323, mentre per quello americano realizzò il set 610.

Storia dei Treni LEGO​
Rendering Personale LEGO Set 323 (1964) Train

Successivamente la produzione dei set 111 e 114, attraverso un design semplice, misero le basi per l’evoluzione di questo sistema.L’ Idea Book 240 rende perfettamente l’idea di questa prima fase della storia dei treni: vengono così introdotti i binari la cui distanza è di 4 studs, distanza che verrà mantenuta su tutti i sistemi sviluppati in seguito, fino ai giorni nostri.

Storia dei Treni LEGO​
Rendering Personale Locomotiva presente nell’Idea Book 239 del 1966

Storia dei Treni LEGO - Sistema Blu 4,5V (1966-1979)

Nel 1966 furono commercializzati dalla LEGO i primi Set Treni motorizzati con il nuovissimo sistema a 4,5V a batteria. Molti si chiedono perché blu? Allora i mattoncini LEGO erano disponibili solo in pochi colori e la scelta di un colore corretto per le rotaie non era una priorità. Il “gruppo motore”, che all’epoca era la progettazione più complessa mai tentata dalla LEGO, era costituito da un “elemento” di 12×4 studs in plastica, il quale conteneva un motore elettrico da 4,5 volt affiancato da una serie di ingranaggi che trasferivano il “moto” alle 4 ruote.

Le batterie venivano inserite in uno speciale porta batteria che poteva diventare anche vagone. Per azionare il treno c’era una levetta posizionata sul portabatteria con tre posizioni, avanti, indietro e fermo. Ciò significava che la velocità del treno era costante ma questo non era molto importante vista l’andatura che il treno poteva avere. In seguito LEGO creò un commutatore di direzione, posto a lato del binario,  che cambiava la direzione del treno “automaticamente”.

Oltre a binari dritti e curvi la LEGO creò nuovi elementi a corredo del sistema: segnali di stop meccanico, ganci per attaccare i vagoni (che in seguito verranno sostituiti da più pratici ganci magnetici), nuove ruote “flangiate” con dentini in gomma per una migliore trazione, passaggio a livello ad azionamento manuale, un incrocio ed uno scambio.

Storia dei Treni LEGO​
LEGO Set 100 (1966) 4.5V Motor with Wheels (Large Version)
Storia dei Treni LEGO​
LEGO Motore 4.5V

LEGO iniziò nel ’66 a commercializzare questo sistema inserendolo nei propri cataloghi e nei famosi “idea book” ed in particolare gli idea book 241 e 242 rendono perfettamente l’idea di questo nuovo sistema.

Fu prodotto anche un set “Electronic“, il 138 del 1968, contenente un dispositivo a transistor che permetteva di comandare a distanza, con l’uso di un fischietto, il treno. Un fischio e il motore partiva, un’altro fischio e il motore si fermava, un fischio prolungato e si azionava la retromarcia. Forse eravamo agli albori del wireless ?!?!. In questo periodo il sistema 4,5V non era l’unico sistema perchè nel 1969 la LEGO affiancò il primo motore a 12V.

Storia dei Treni LEGO​
Rendering Personale LEGO Set 113 (1966) Motorized Train Set

Storia dei Treni LEGO - Sistema Blu 12V (1966-1979)

Nel 1969 LEGO decise di produrre due sistemi ferroviari separati: un sistema 4,5V creato principalmente per bambini più piccoli ed un sistema 12V progettato per bambini più grandi. Quest’ultimo utilizzava gli stessi binari del sistema 4,5V con l’aggiunta di una guida metallica posta tra le due rotaie. Questa guida a sua volta era collegata ad un trasformatore che serviva da regolatore di velocità e di direzione. Il primo vantaggio fu che la scatola porta pile (vagone) non era più necessaria e,  grazie alla particolare tensione,  permetteva con un solo trasformatore di controllare diversi treni sulla stessa pista e di regolare la loro velocità (cosa che non era possibile con il sistema a pile).

Il secondo innovativo vantaggio di questo sistema fu evidente nel 1980 quando vennero creati alcuni automatismi tra cui il controllo automatico degli scambi, interruttori e  segnali . Il sogno di avere un sistema controllato da remoto si sarebbe avverato con il Sistema 12V Grigio.

La LEGO produce anche l’innovativo set 138. Questo set alimentato dal sistema 4,5 volt a pile era controllato da un fischietto e da un ricevitore posto sul treno che attivava le funzioni di avanti, indietro, stop (siamo nel 1968… forse siamo agli albori del wireless ?!?!).

Storia dei Treni LEGO​

Ricapitolando ...

Il Sistema Blu può essere diviso in tre categorie : treni spinti a mano senza motore , treni con un motore a 4,5V e treni a 12V alimentati con un binario elettrificato. I designer della LEGO si erano immaginati un sistema di binari che potesse crescere insieme ai bambini. Un treno spinto a mano poteva essere trasformato in un treno a batteria aggiungendo il motore ed il suo porta batterie. Un treno a batteria poteva essere aggiornato a quello elettrico sostituendo il motore e acquistando il trasformatore e i set 750 e 751.

Storia dei Treni LEGO​
Rendering Personale LEGO Set 720 (1969) Train with 12V Electric Motor

Questi due “Sistemi” li possiamo trovare combinati in questo bellissimo video su Youtube. All’esterno il sistema 12V mentre all’interno quello a pile. Oltre ai treni si possono notare molti set Legoland degli anni 60/70. Un vero salto nel passato della LEGO.

Storia dei Treni LEGO - Sistema Grigio 4,5V e 12V (1980-1990)

Nel 1980 LEGO riprogettò completamente il Sistema Treni (4,5V e 12V), creando un nuovo motore più compatto del suo predecessore e nuovi binari di colore grigio chiaro che resero i circuiti ferroviari  molto più stabili e adatti al gioco. Questo Sistema vide l’introduzione di nuovi accessori come gli scambi e i segnali comandati a distanza, il passaggio a livello automatizzato ed un certo numero di Set diventarono (ancora oggi) veri e propri cult tra i collezionisti (vedi Il Set 7740 “Db InterCity Passenger”).  Mentre i set a pile e 12V del sistema Blu non erano molto particolareggiati, i set di questo Sistema erano più realistici e si inserivano perfettamente nel Tema Legoland.

La popolarità odierna di questo Sistema Grigio è dovuta soprattutto alla vasta gamma di accessori controllati a distanza. Queste unità potevano essere connesse al trasformatore per estendere i controlli oltre alla semplice corsa del treno, permettendo la creazione di un sistema interamente comandato a distanza. Le unità erano : scambio destra e sinistra, semaforo con luci, rosse e verdi (se il colore è rosso veniva interrotta la corrente nella rotaia ed il treno si fermava), passaggio a livello automatizzato e perfino un disaccoppiatore di vagoni.

Storia dei Treni LEGO​
Renedering Personale LEGO Set 7740 (1980) Inter-City Passenger Train
Alcuni modelli di treni  12V, come il 7740, sono oggetto di culto per gli appassionati ed  i prezzi per un Set in buone condizioni possono essere elevati. Questo Sistema, in particolare quello alimentato a 12V,  godrà sempre di una grande popolarità. I set ben tenuti sono ancora molto amati. Per chi si vuol avvicinare a questo Sistema i prezzi attuali saranno un forte deterrente e la ferrovia a 12V del Sistema Grigio probabilmente resterà un sogno. Non si mai, però, qualche amico in soffitta potrebbe avere qualche set …
Storia dei Treni LEGO​
Sistema Modulare 12v - LEGO Idea Book 7777
Questo sistema fu un grande passo avanti rispetto ai Sistemi Blu. Nel 1986 i  set Treni scomparirono dai cataloghi LEGO per 5 lunghi anni: il 4.5V forse a causa della sua eccessiva semplicità, il sistema 12V per la manutenzione del binario elettrificato centrale e dei costi (la realizzazione di un circuito poteva avere un notevole costo). Nel 1990 LEGO decise di riprogettare l’intero sistema semplificandolo.

Storia dei Treni LEGO - Sistema Grigio 9V (1991-2005)

Nel 1991 LEGO standardizzò l’intera gamma di Treni con il nuovo sistema elettrico 9V, forse il più famoso.  I giorni dei Treni LEGO con diverse funzionalità comandate a distanze erano  finiti e rimaneva solo la velocità del treno ad essere controllata.  I nuovi treni 9V utilizzavano un nuovo trasformatore con regolatore di velocità  ed un sistema di rotaie più semplice  e molto meno costoso, costituito da 2 rotaie  coperte da un conduttore metallico che trasmetteva corrente al motore tramite le ruote. Il vantaggio era che, per la prima volta, ogni segmento della pista diventava un pezzo unico: niente più rotaie, traverse 2×8 studs e l’elemento centrale da assemblare.

Le curve avevano una geometria fissa ma oggi, utilizzando le “me-models”  è possibile espandere questa limitazione ed avere curve di diversi gradi di ampiezza (vedi Evoluzione del Sistema LEGO Binari).  Nel 1991 LEGO commercializzò il set 4551 “Crocodile Locomotive” e il 4558 “Metroliner” che seppur innovativi, mancavano del realismo presente nei modelli precedenti. In quel periodo alla LEGO prevalse il valore del gioco e della fantasia rispetto al realismo di un Set.

Storia dei Treni LEGO​
Rendering Personale LEGO Set 10020 (2002) Santa Fe Super Chief

Alla fine del 1991 il Sistema Treni sembrava volgere al termine. In quegli anni si crearono  molti gruppi di adulti appassionati di mattoncini ma soprattutto di treni fatti di mattoncini ed internet aiutò a mettere in contatto tutti questi gruppi di persone creando veri e proprie Comunity (Club).  

Storia dei Treni LEGO​
LEGO Set 10183 (2007) Hobby Trains

La LEGO si rese conto che la comunity era una potenziale risorsa ed iniziò ad interagire con i suoi fan più "grandi" e nel febbraio del 2001 ci fu un incontro tra i rappresentanti dell LEGO e 9 fan della comunity per discutere dei loro desideri e sulle loro perplessità. LEGO accolse alcuni suggerimenti e poco dopo furono commercializzati diversi Set molto realistici, come il Set 10020 “Santa Fe” del 2002 e il Set 10133 “Burlington Northern Santa Fe” del 2004. Il set 10183 Factory Hobby Trains venne prodotto dalla LEGO nel 2007, disegnato dagli appassionati e per gli appassionati. Questo set contiene 1080 pezzi ed è possibile creare più di 10 treni diversi.

Il lavoro fatto da questi fan LEGO ispirò una nuova generazione di costruttori. Il treno giocattolo di colpo tornò ad essere una ferrovia da modellismo.​

Alcune immagini da www.bigbenbricks.com Custom Trains Lego

Il sistema 9V  rimane il migliore per tanti Fan della LEGO. Nel 2003 scarse vendite costrinsero la LEGO a rivedere la propria gamma di prodotti. Il tema dei treni fu colpito dalle misure di riduzione dei costi e il sistema 9V venne cancellato. Il Sistema Power Functions era ancora nelle prime fasi di sviluppo e non era pronto per il mercato. Il tema dei treni andava tenuto vivo, per cui nel 2006 fu introdotta una soluzione temporanea, il Sistema Remote Control (RC).

Storia dei Treni LEGO - Sistema RC (2006)

Nel 2006 LEGO seguì l’esempio di altri produttori di giocattoli e passò ad un Sistema a batteria telecomandato riprogettando le rotaie. Il nuovo sistema aveva alcuni vantaggi rispetto ai treni a 9 volt; consentiva di controllare con un solo telecomando più di un treno in modo indipendente, non erano presenti cavi e i binari non erano elettrificati (riducendo i costi di realizzazione di un tracciato) anche se l’uso delle batterie richiedeva la loro continua sostituzione o ricarica. Il nuovo sistema fu presentato al pubblico come il modo più semplice per i bambini di giocare con i treni.

Questo sistema era composto da una ingombrante piastra-base contenente un box batteria ed il ricevitore a raggi infrarossi, il tutto azionato dal telecomando. Il  nuovo sistema non ottenne molto gradimento da parte della comunità AFOL  perchè limitava la creatività nella realizzazione di locomotive. In un comunicato stampa dell’ottobre 2007, LEGO annunciò la fine del sistema 9V per mancanza di vendite e  l’intenzione di progettare i futuri treni intorno alla nuova  generazione di motori,  le “Power Functions”.

Storia dei Treni LEGO​
Rendering Personale LEGO Set 7897 (2006) Passenger Train
Gli unici due treni di questo sistema sono stati il treno passeggeri ed il treno merci. Il design di entrambi i set  risultava ben fatto, soprattutto per quello del treno merci.  Il set 7897 “treno passeggeri”  aveva guadagnato una reputazione incerta a causa del grande blocco anteriore della locomotiva che poteva solo essere descritto come un difetto di progettazione negli stampi. Infatti chi ha acquistato il set ha sicuramente notato che questo grande elemento non sempre si accosta perfettamente  ad angolo retto rispetto al corpo treno. La LEGO per il sistema RC e PowerFunctions ha introdotto nuovi set  “binari”. Questo sistema RC rimane una semplice transizione tra il 9V ed  il sistema “Power Functions”.

Storia dei Treni LEGO - Sistema PF (2007 - 2018)

Nel 2007 la LEGO presentava il nuovo sistema universale per i componenti elettrici in tutti i temi LEGO chiamato Power Functions. Il primo set è stato il buldozer Technic 8275 telecomandato ed i primi treni PF sono l’Emerald Night, il treno passeggeri City Set 7938 e il treno merci 7939. Questo nuovo sistema è qualcosa di trasversale nell’universo LEGO dando la possibilità di motorizzare non solo treni, ma anche molti set della linea Technic. È composto da una serie di motori,  due tipi di porta batterie, cavi, luci, servomotori, due ricevitori IR e  telecomando; il tutto permette di avere il controllo del set da remoto. Con questo sistema è possibile costruire o convertire un set ad azionamento manuale ad uno con movimento meccanico.

LEGO commercializza set, soprattutto Technic ma anche Treni della linea City,  alcuni dei quali alimentati con il nuovo dispositivo, oppure set  classici ad azionamento manuale che in seguito possono essere facilmente convertiti, in quanto progettati con lo spazio libero per i componenti delle PF, il tutto con le istruzioni della casa madre. Per chi inizia  a costruire o a collezionare abbiamo il set 7939, 7938 e 3677. Se siete più esperti l’Emerald Night 10194, il Maersk 10219 e il  Horizon Express 10233.

Storia dei Treni LEGO​

LEGO Power Functions System

Con il motore standard Power Functions si possono costruire anche trasmissioni complesse. La corrente dal motore viene trasferita alle ruote attraverso assi e ingranaggi Technic. In questo modo si possono avere dei locomotori a vapore con ruote motrici. Il sistema Power Functions offre molte nuove opzioni per chi vuole costruttuire treni LEGO. Per avere potenti configurazioni è neccessario ottimizzare il rapporto degli ingranaggi per potersi adattare ai singoli modelli.

Il 2018 segna una transizione particolarmente significativa nell’universo LEGO PF: il pensionamento dei componenti Power Functions. Il loro posto sarà progressivamente preso dal nuovo sistema Powered Up che ha visto la sua prima uscita nel 2018 con i treni LEGO Set 60197 e Set 60198. I componenti Power Functions rimarranno comunque nel catalogo LEGO fino alla fine del 2020.

Storia dei Treni LEGO - Sistema Powered UP (2018 - Oggi)

Cosa cambia tra la tecnologia Power Functions ed il nuovo sistema Powered UP ? Sostanzialmente è la tecnologia utilizzata per il controllo remoto, basata non più sui raggi infrarossi (IR–Infrared) ma sulla più flessibile BLE (Bluetooth Low Energy) e questa tecnologia la possiamo trovare implementata su tanti dispositivi a partire dai telefoni cellulari. Questo ci sonsente di gestire il treno, oltre che dal telecomando, anche da un telefono o tablet scaricando l’App Lego Power Up che possiamo scaricare gratuitamente dal sito ufficiale della LEGO oppure o da AppleStore o GooglePlay.

Questa App permette di associare un telefono o tablet alla batteria / ricevitore Bluetooth. Ad agosto 2019 è stato rilasciato un nuovo componente per Powered UP: il Control+ e relativa App. Il nuovo sistema di controllo “Control+” e l’ultimo aggiornamento dell’App lascia intravedere interessanti sviluppi futuri.

Storia dei Treni LEGO​
LEGO Set 10277 (2020) Crocodile Locomotive
Storia dei Treni LEGO